AGERATE

Nome scientifico Ageratum della famiglia delle Compositae originaria dell’America tropicale e del Messico. Il genere comprende 50 specie di piante annuali, resistenti e dalla continua fioritura, i suoi fiori, infatti, sono riuniti in piccoli e soffici capolini globosi che a loro volta formano dei corimbi.

COLTIVAZIONE

Si coltivano in esterno, come annuali, per bordura e per fiore reciso. Le piante vengono messe a dimora nel mese di maggio, lasciando una distanza di 20-30 centimetri tra una pianta e l’altra. Il terreno deve essere quasi sciolto, ben lavorato e concimato con stallatico maturo integrato con fertilizzanti complessi nella dose di 30-40 grammi per mq. Durante il periodo estivo aggiungere all’acqua di irrigazione un concime complesso nella dose di 1,5 grammi per decalitro. Per ottenere piante robuste bisogna collocarle in pieno sole, attenti alle gelate precoci che fanno cessare la fioritura, dato che fioriscono fino all’autunno inoltrato. D’estate va innaffiato costantemente e abbondantemente.

MOLTIPLICAZIONE

Si semina a fine inverno in un luogo riparato, distribuendo il seme superficialmente in cassette da semi o vasetti da coltivazione e con substrato concimato di fertilizzanti ternari ella dose di 20-30 grammi per decalitro.

MALATTIE E PARASSITI

Gli afidi si possono combattere con aficidi, mentre gli aleurodidi richiedono trattamenti fumiganti, possono essere attaccate anche dagli acari biancastri che deformano le foglie su cui si poggiano, possono essere combattute con endosulfan.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn