BROWALLIA

Nome scientifico Browallia della famiglia delle Solanaceae originaria dell’America Meridionale. Comprende 6 specie di piante erbacee non molo resistenti, hanno fiori tubulosi, che si aprono in 5 lobi, in diverse tonalità, dall’azzurro al bianco, sbocciano tutta l’estate.

COLTIVAZIONE

Si coltiva in piena terra nella aiuole o in vasi. In piena terra si mettono a dimora in primavera quando non ci sono più le gelate, il terreno deve essere concimato con sostanze organiche. Per la coltivazione in vaso, il terreno deve essere fertile e arricchito con 30 grammi di concime ternario a cessione graduale per decalitro di terra. In primavera-estate, ogni 30-40 giorni si aggiunge all’acqua 10 grammi di concime complesso per decalitro.

MOLTIPLICAZIONE

Si riproduce per seme a fine inverno in cassetta composta da semi, appena ci sono le piantine si invasano singolarmente e si tengono a dimora fino a maggio.

MALATTIE E PARASSITI

Il fungo Entyloma browalliae causa marciumi e avvitamenti della pianta, attenzione a non far ristagnare acqua. Può essere attaccata anche dagli afidi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn