CLEMATIDE

Nome scientifico Clematis della famiglia delle Ranunculaceae. originaria dell’Europa, Asia e America. Al genere appartengono 250 specie di piante rustiche, erbacee, rampicanti e sempreverdi. Le specie più significative sono rampicanti, i fiori sbocciano da marzo ad agosto a seconda della specie.

COLTIVAZIONE

Quelle da esterno si adattano ai diversi tipi di terreno, anche se preferiscono quelli alcalini, di solito sono tutte rustiche, ma quelle delicate d’inverno devono essere staccate dai tralci e appollottolati così da essere ricoperti di sabbia o terra.

Stanno bene al sole, sono sensibili alla siccità per cui occorre bagnarle spesso.

MOLTIPLICAZIONE

Per quelle rampicanti si usano le talee, si prelevano in luglio dai rami giovani delle talee lunghe 10-15 cm con un paio di gemme alla base e si piantano in un substrato di torba e sabbia in parti uguali. Dopo la radiazione si piantano in vasetti di 8 cm per poi prendere vasi più grandi, la messa a dimora è fino ad ottobre.

MALATTIE E PARASSITI

Sui giovani germogli possono apparire gli afidi che si combattono con insetticidi specifici, anche le lumache possono attaccare i germogli, mentre le formiche rodono ai margini le foglie e i petali. Se si secca è colpa di un fungo, bisogna eliminare le piante colpite.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn