CONVOLVOLO

Nome scientifico Convolvulus della famiglia delle Convolvulaceae, originaria dell’Europa, Asia e Africa settentrionale.

Al genere appartengono 250 specie di piante erbacee, annuali, perenni. Molto note quelle rampicanti, la specie più conosciuta è la Convolvulus tricolor (“bella di giorno”).

COLTIVAZIONE

Si coltiva in piena terra o in vaso. Quelle a terra si mettono a dimora in aprile-maggio con terreno ben drenato. per il vaso il substrato deve essere composto da 2/£ di terriccio fertile e da 1/3 di torba co l’aggiutna di sabbia, concimato con 20-30 g per decalitro di concime complesso ternario con microelementi. Sia in piena terra che in vaso aggiungere all’acqua, ogni 10-20 giorni, del concime ternario nella dose di 15 g per decalitro.

Richiede esposizione al sole, abbondanti annaffiature dopo il trapianto, poi solo nei periodi poco piovosi.

MOLTIPLICAZIONE

Le specie annuali si seminano in cassetta in primavera in una composta di semi, appena le piantine sono pronte si invasano e si mettono a dimora. Per le specie perenni si propagano per propaggini o con parti di rizoma a fine inverno.

MALATTIE E PARASSITI

Colpito da ruggine che causa pustole e macchie gialle sulla parte inferiore delle foglie e sui fusti, anche i funghi possono provocare macchie alle foglie e deperimento della pianta, entrambe si possono controllare con prodotti a base di rame.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn