CRISANTEMO

Pianta erbacea, originaria della Corea, con fusto semilegnoso e ramoso, con foglie pampinee e vellutate.

Si coltiva in piena terra o in vaso per fiori recisi, da settembre fino a novembre fa fiori terminali singoli o numerosissimi, da 1 a 20 cm di diametro. Ama la mezz’ombra e frequenti annaffiature, ha bisogno dell’oscurità per fiorire, proprio per questo verso la metà di settembre si costruisce un gabbione con teli sui crisantemi per far si che facciano fiori. Vive bene in terra comune, poco argillosa e molto concimata.

Per ottenere fiori a metà aprile si preparano solchi nel terreno vangato e concimato a dicembre-gennaio, alla profondità di 3 cm e alla distanza di 50 cm l’una dall’altra si piantano le piantine ottenute per talee di radici, quando saranno alti 15 cm si mozzano per costringerle a ramificare. A metà giugno si lasciano solo i rami migliori, si annaffiano spesso. Ad agosto si tolgono i boccioli, tranne quello centrale e terminale, e si tolgono anche i rametti laterali a ciascun ramo, questo si fa fino ad ottobre. Ad ottobre quando si iniziano a vedere i fiori si mettono i paletti di sostegno.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn