PITTOSFORO

Nome scientifico Pittosporum della famiglia delle Pittosporaceae originaria dell’Asia  e dell’Oceania. Al genere appartengono 200 specie sempreverdi a portamento arbustivo.

COLTIVAZIONE

Vengono piantati in terra sia isolati sia in gruppi,.

Vanno messe a dimora a fine aprile o in maggio, preferiscono un terreno fertile e bend renato, tendenzialmente alcalino. Le piante giovani vanno cimate un paio di volte per ottenere una ramificazione migliore.

MOLTIPLICAZIONE

Le talee semilegnose, lunghe una decina di metri, prelevate in maggio-giugno dai rami laterali, si piantano in un substrato a base di sabbia e torba, co l’aggiunta di calcare. Dopo la radicazione, le talee vanno invasate singolarmente, la semina va effettuata a marzo, dopo aver eliminato la sostanza resinosa che circonda i semi con un po’ di sabbia.

MALATTIE E PARASSITI

Gli afidi neri attaccano i germogli provocando accartocciamenti nel caso di attacchi gravi. Si combatte con aficidi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn