THUNBERGIA

Nome scientifico Thunbergia della famiglia delle Acanthaceae, originaria dell’Africa e dell’India. Il genere comprende 200 specie di piante di origine tropicale, rampicanti, annuali o perenne.

COLTIVAZIONE

Si coltivano solo in interno, essendo tropicali. Nelle zone a clima freddo le perenni si coltivano in esterno come annuali, mettendole a dimora in primavera. In vaso si usa terriccio fibroso (con torba e residui vegetali), ricco di sostanza organica e leggermente acido, non molto fertile. Se coltivato in piena terra il terreno deve essere ben drenato.

Gradiscono il pieno sole, nel periodo più caldo un leggero ombreggiamento. Deve essere annaffiata molto durante la primavera-estate.

MOLTIPLICAZIONE

Si propagano per mezzo di talee di nodo in primavera in luogo riparato e riscaldato, e messe a dimora quando sono ben radicate. Si seminano, invece, a fine inverno, in un luogo ben riparato e non appena sono maneggiabili si invasano singolarmente in un terriccio di sostanza organica, reso filtrante con aggiunta di sabbia.

MALATTIE E PARASSITI

Una batteriosi può causare galle al colletto, vanno eliminate. Possono esserci dei vermi che si combattono con nematocidi, anche le cocciniglie possono attaccare vanno eliminate con anticoccidici.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn