Passiflora: il fiore della passione

Passiflora: il fiore della passione

Il genere Passiflora appartiene alla famiglia delle Passifloraceaeuna famiglia che comprende più di 600 piante. Sono originarie delle zone tropicali e subtropicali del centro e del sud America. Si trovano anche nel nord America e nelle zone asiatiche, sono piante di incredibile bellezza che affascinano in ogni tempo.

Come si coltiva?

La Passiflora è un genere di pianta talmente vario che può essere allevato in giardino e anche in vaso. Sono piante di origine tropicale quindi soffre le temperature rigide, non per questo è difficile da coltivare. Per riuscire a coltivare questa pianta occorre scegliere la specie in base al luogo dove deve essere allevata. Il suo apparato radicale è particolarmente sensibile alle basse temperature. Se abitate in luoghi dove gli inverni sono rigidi e piovosi è meglio abbandonare l’idea. La presenza di umidità fa morire pianta. Se decidi di coltivarla in vaso, durante la bella stagione va in giardino o in terrazzo. Solo dopo che le temperature si sono stabilizzate.

 

Passiflora piramide

Passiflora piramide

 

Come si annaffia?

In primavera e per tutta l’estate la Passiflora deve essere annaffiata. Il terriccio deve essere umido e non devono esserci ristagni nel sottovaso. Durante l’inverno si annaffia con moderazione mantenendo il terriccio leggermente umido.

Se decidete di interrarla evitate le zone dove l’acqua piovana e irrigazione può accumularsi. Comporta un eccessivo abbassamento della temperatura a livello radicale che è fatale per la pianta.

Sei convinto di invasarla: cosa devo fare?

Il periodo migliore è marzo dove ci devono essere 25-30 cm di terra. Ogni anno si rimuove lo strato superficiale  2,5-3 cm e si sostituisce con del terriccio fresco.

Acquistare un buon terriccio è fondamentale per assicurare la crescita ed la fioritura. La miscela è costituita da: 1 parte di terriccio fertile, 1 parte di torba, 1 sabbia. Sono da evitare i terreni pesanti, argillosi  non permettono alle radici di approfondirsi e trattengono troppa acqua . Consiglio di usare dei vasi di terracotta, perché la terra respira e il foro di drenaggio garantisce un buon scolo dell’acqua.

La Concimazione

Dalla primavera e per tutta l’estate utilizzate un concime liquido da diluire nell’acqua . E’ importante non eccedere con l’azoto se si vuole avere una pianta con una bella fioritura. La pianta tenderà più a sviluppare le parti verde che i fiori.  Invece, alte dosi di potassio favoriranno la fioritura.

 La Potatura

La pianta può essere potata al momento del rinvaso o in primavera. Per armonizzare la forma accorciare i fusti a 15-20 cm dalla base ed i rami laterali fino a 5-10 cm.

 

Vuoi avere più informazioni su le piante? Clicca qui

 

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn